Pour nous joindre, cliquez psyit
Home

Per contattarci

L’Effetto Boomerang

I nostri temi scientifici

Organi genitali femminili

Scopo: L'equilibrio

Francia e Dio

Scienza e Fede

Andare sul nostro blog

Leggere con musica

Altri temi spirituali

La vita nasce della conoscenza

Siti Amici

1 - Le scienze cognitive e la psicologia confermano la fede cristiana


1 - 1 - Gli effetti positivi della scienza sulla nostra società



Ogni scienza nuova o vecchia è stata in ogni momento e ovunque combattuta da molte religioni.

A causa dunque delle religioni che si sostituiscono spesso a dio e che dice meglio di conoscerlo che qualsiasi altro, molti scienziati si privano di una fonte inesauribile che è il nostro creatore.

Nessuno non esce vincitore da tali comportamenti, se non è il fanatismo dominatore e idolatrico della nostra psicologia animale.

Questa resoconto non è fatta per fare la apologia della scienza al detrimento della fede o reciprocamente, ma per dimostrare quanto le scienze conoscitive e la psicologia sono settori che proseguono una vocazione quasi identica alla fede in Gesù Cristo e si confermano reciprocamente.

Numerosi scienziati non credono in dio, ed è la loro intera libertà, anche se a parere nostro, i loro lavori provano la sua esistenza. Molto prima che la scienza abbia scoperto tutte le nuove tecnologie, la fede, condotta dalla Parola e lo Spirito Santo di Dio, ha sempre avuto un'azione benefica sulle parti del cervello interessate dal lavoro del pentimento e del perdono in relazione con alcune cattive reazioni di sé stesso o per altri. Si tratta infatti della prima condizione perché altri circuiti neurali  possano crearsi in noi, anche se non si tratta ancora in questa fase dell'impatto spirituale sullo spirito. La spiegazione biblica è certamente data in altri termini, ma se la diagnostica per immagini, il RMN e bene di altre progressi tecnologici permettono ora di constatare l'impatto, dimostrano dunque  i buon fondamenti del lavoro che era realizzato fino allora con il solo aiuto dello Spirito Santo di Dio. Così tutti questi scienziati dimostrano all'umanità intera i buon fondamenti della parola di Dio, mentre sono convinti che questo Dio non esista. Non ne teniamo loro rigore per altrettanto, come potrete osservarlo con legami elettronici che li rinviano alle loro esposizione di qualità molto buona. Le chiediamo semplicemente di non considerare le loro percezioni extra-scientifica, che riguardano loro stessi solo.

Non dobbiamo dimenticare, per non condannare questi scienziati, che tutti questi esseri umani sono soprattutto, e come ciascuno, dei bambini che hanno cresciuto con un'immagine della verità, e come ciascuno fra noi, hanno dato più o meno importanza all'apprendistato che hanno ricevuto. Perché hanno potuto constatare che le formule scientifiche sembravano cento percenti esatte al giorno del loro apprendistato, ne hanno dedotto che tutto l'insegnamento che ricevevano, ed anche l'analisi che ne percepivano, era cento percenti esatta anche. Così, perché alcuni più fanaticamente anti Dio rispetto ad altri, hanno utilizzato il darwinismo per dedurre che la somiglianza tra i diversi organismi su questa terra era dovuta rapporti casuali tra queste cosiddette organizzazioni primarie e il loro progresso, danno inconsidérément ragione a questa teoria Non si rendono conto soltanto se questa teoria tenta di dimostrare ciò che chiama l'evoluzione, non dimostra affatto in niente che un creatore non esiste, o che non è l'autore di tutte le similarità che possono constatare.

Come questa gente anti-Dio, della quale ho fatto parte, potrebbero essere rimessa in discussione di le loro pregiudizi, quando di fronte a loro molti religiosi sostengono ancora la teoria della generazione spontanea da Adamo e Eva e gettano il discredito su Darwin stesso, che non fa che dimostrare un'evidenza, a causa di suo acuto senso di osservazione? Dobbiamo imparare dalle lezioni degli eccessi dei nostri padri, quando hanno combattuto uomini come Cristoforo Colombo o Galileo,  che dimostrò che la terra gira intorno al sole e non viceversa, come era consueto pensare al tempo. Chi oserebbe sostenere l'inverso oggi? Se non vogliamo screditare Dio, come hanno fatto questi religiosi nel loro tempo, dobbiamo rimanere cauti nelle nostre istruzioni, senza dare ragione delle ipotesi di un gran numero di saggi di questo mondo che seguirono Darwin e hanno sviluppato la teoria dell'evoluzione, in opposizione all'esistenza di un Creatore che chiamiamo Dio. Come possiamo vedere questo Creatore al lavoro attraverso l'adempimento di tutte le profezie bibliche si comunicò al suo popolo, perché sappiamo che la stoltezza di Dio è più saggia della saggezza di tutti i saggi di questo mondo, sarà forse allora qualche verità, che Dio ci porterà attraverso questi scienziati, se piace a Dio per farci partecipare a la sua Gloria.

Nostra natura è certamente simile a quantità di mammiferi ed i nostri mezzi di riproduzione come le funzioni del nostro corpo restano sottoposte a questa natura detta carnale, ciò che nessuno contesta. Dove la scienza si trova limitata, è nella dimensione della quale Dio vede l'uomo in quanto tale, cioè a partire dal momento in cui quest'ultimo può essere condotto dal Santo-Spirito, che sia esterno all'essere umano come era il caso durante il Vecchio Testamento, o interno, dopo la crocifissione di Gesù (Nuovo Testamento). Le scienze non sanno ancora finora fare la differenza tra lo spirito dell'uomo e Esprit di Dio. Le religioni quanto a esse ne parlano e sanno fare la differenza, ma non possono in esse stesse generarlo. Dio solo lo può in Gesù Cristo se mettiamo la nostra fede in lui, ed è ciò che guarderemo al paragrafo 3-3, tentando ad attribuire a ciascuno la sua parte di merito

Fino ad oggi, la scienza e la psicologia sono fortunatamente limitate a scoprire le anomalie fisiche o psicologiche, ma non spirituale. I progressi realizzati negli ambienti scientifici, lasciano tuttavia prevedere che tra qualche anni il computer dovrebbe essere capace di dialogare con il cervello, cosa che sottintende che abusi saranno allora da temere. Tuttavia, questa dimensione non essendo ancora all'ordine del giorno, possiamo dire che la scienza lascia ancora all'uomo il suo libero arbitrio. Ciascuno può dunque oggi beneficiare dei vantaggi della scienza senza dovere abiurare il suo Dio e vendere la sua anima al diavolo.

Dal momento dove Dio iniziò a rivelarsi all'uomo, le chiamò uomo poiché capace di lasciarsi condurre con il suo Spirito, ed i primi si chiamano Adam e Eva.  Tutto ciò che è prima per l'evoluzione dell'uomo o del suo ambiente, è compreso nei primi versi della Bibbia precedenti al Giardino dell'Eden. È ciò che crea il disaccordo immemorabile tra le religioni e la scienza, come fu il caso in tempi vecchi, quando la scienza dell'epoca scoprì che la terra era rotonda.

In un primo momento non ci soffermiamo sui conflitti tra evoluzionismo, detto darwinista, e la tesi della generazione spontanea da Adamo ed Eva, poiché ci sembra normale di considerato l'uomo nella sua dimensione attuale, cioè “che è suscettibile di riconoscere e ricevere lo spirito santo di Dio, che le abbia ricevuto o no. Per quanto riguarda il suo spirito, l'uomo ha ancora oggi opzione tra la dimensione animale che richiediamo carnale, ma chiamata a scomparire, o la dimensione del Santo-Spirito che è un'apertura alla vita eterna, poiché divina.

Dobbiamo dunque dissacrare qualsiasi uomo su pretesto che “splende„ in un settore intellettuale o no, ma non dobbiamo demonizzare nessuno, non più gli scienziati che altri, poiché anche se gli scienziati abbondano di conoscenze nel loro settore, li restano però in tutti gli altri settori della loro vita, degli umani sottoposti alla costruzione psicologica umana il cui inizio che comincia allo stato fetale. Ecco perché dobbiamo osservare ai vantaggi di lavorare insieme in una complementarità benefica, senza screditato Dio né gli uomini. Quest'ultimi che tentano di avanzare con la loro buona fede ed il poco di conoscenza che hanno di essi stessi, condotti generalmente dallo scopo di alleviare gli umani, il resto è soltanto rivalità e vanità.

Il nostro scopo non è tuttavia di formare eruditi che non siamo. Noi stessi abbiamo scoperto il progresso incredibile della scienza, ulteriormente al lavoro “di psicoterapia„ realizzato solo con l'aiuto dello Spirito Santo di Dio, per, e nell'autore di questi scritti. Il rapporto spirituale di questo lavoro è del resto riferito nel libro “L'Effetto Boomerang„, in lettura libera in questo sito o in forma libro in brossura al nostro indirizzo elettronico o postale.

Questo resoconto desidera dunque semplicemente giustificare la convergenza degli sforzi di tutti, affinché il nostro creatore sia glorificato dalla fede crescente nel cuore di ciascuno. Possiamo essere soltanto meravigliati del soprannaturale della parola di Dio, quando è vissuta con la presenza del suo Spirito Santo, Quest'ultimo è dato da millenni, e scopriamo soltanto da qualche anno, con l'aiuto della scienza, la convergenza degli scritti biblici e delle nostre strutture mentali fino allora sconosciuti. È dunque a Dio che vogliamo rendere gloria attraverso questo resoconto, senza dimenticare tuttavia quelli che “Lui” utilizza a questo scopo.

SCIENCIA E FEDE

Su A seguito di questo tema
Inizio di questo tema A seguito di questo tema